Spaghetti risottati all'acqua di vongole e limone


Spaghetti risottati ma cosa vuol dire?
Significa che metà cottura dello spaghetto avviene in padella aggiungendo l'acqua rilasciata dalle vongole e l'acqua di cottura avvenuta in pentola. Esattamente come si fa per un risotto, dovrete aggiungere acqua di cottura un poco alla volta, man mano che lo spaghetto la assorbe ne aggiungerete altra.
L'acqua di cottura inoltre contiene l'amido rilasciato dalla pasta ed è proprio questo che donerà cremosità al nostro piatto.

INGREDIENTI:
320g Spaghetti
700 di vongole
1 spicchio d'aglio
olio evo
prezzemolo
1 limone
PROCEDIMENTO:

  1. Soffriggere l'aglio (privato del germe interno) con l'olio.
  2. Togliere l'aglio, versare le vongole (pazientemente battute una ad una e poi lavate) e coprire con il coperchio.
  3. Appena le vongole cominciano ad aprirsi, toglierle dalla padella con l'aiuto di una schiumarola e metterle in una ciotola con il coperchio ( in modo che non si asciugano).
  4. Conservare l'acqua delle vongole, filtrata se necessario.
  5. Calare gli spaghetti (io ho utilizzato gli spaghetti scanalati Voiello ) in abbondante acqua salata e scolarli a metà cottura conservandone l'acqua.
  6. Risottare gli spaghetti nella padella con l'acqua delle vongole e il succo del limone e continuare aggiungendo l'acqua di cottura proprio come si fa con un classico risotto.
  7. Solo alla fine aggiungere il prezzemolo tritato e la scorza di limone.
  8.  Impiattare come da foto o come più desiderate :)


Commenti