I Ceci Neri: consigli per la cottura

I ceci neri sono dei legumi tipici della Murgia di Matera e di Bari, noti anche con il nome di "ceci del solco dritto". 
Oltre alla colorazione scura, i ceci neri si contraddistinguono dai parenti ceci bianchi per la dimensione più piccola e per la buccia rugosa. Internamente sono di un colore chiaro, bianco-giallo. Sembrano delle piccole pietre infatti la loro preparazione richiede circa 24 ore di ammollo. Dopo la cottura la parte esterna rimane al dente mentre l'interno è più morbido. Il cece nero è ricco di fibre e questo lo rende un alimento saziante perciò adatto a chi è a dieta. 
Per la cottura si consiglia di utilizzare:
- una pentola di terracotta in modo tale da salvaguardare il sapore e mantenere inalterate le proprietà nutritive
-  un cucchiaio di legno per mescolare
Il sale va aggiunto soltanto alla fine.

1. Lavare i ceci e metterli in ammollo per 2 giorni in un contenitore con acqua a temperatura ambiente avendo cura di cambiarla due volte al giorno. L'acqua deve coprire di almeno 1cm i ceci.
2. Dopo questo periodo di ammollo i ceci avranno ripreso la loro consistenza quindi lavarli e scolarli.
3. Riempire una pentola di terracotta con acqua fredda, uno spicchio d'aglio e qualche rametto di rosmarino. L'acqua deve essere pari a 3 volte il volume dei ceci. Portare ad ebollizione e calare i ceci. Lasciar cuocere per circa due ore a fiamma bassa e con un coperchio. SALARE SOLO ALLA FINE.

Commenti

Post più popolari