Passatelli in brodo vegetale

In ogni casa ci sono sempre le uova, il parmigiano e il pangrattato. Questi sono gli ingredienti principali per realizzare i famosi passatelli romagnoli: piatto tradizionale della Romagna.
La tradizione vuole che questi vengano serviti con un buon brodo di carne ma va benissimo anche un semplice brodo vegetale o, perché no, un brodo di pesce.
Il pangrattato da utilizzare deve essere pane comune secco che non sia condito con olio o strutto e un parmigiano ben stagionato. In alcune zone della Romagna si utilizza la scorza di limone per aromatizzare in aggiunta alla noce moscata. Una volta formato il panetto, questo deve riposare a temperatura ambiente in modo tale da rendere l'impasto più compatto e evitare che i passatelli si rompano durante la cottura. Per dargli questa forma di spaghettone va utilizzato il "ferro per passatelli", schiacciando e trascinando, ma il metodo più comune e moderno è lo schiacciapatate con fori da 4/5 mm.

INGREDIENTI:
4 uova
200 gr di parmigiano
200 gr di pangrattato
1/2 limone
noce moscata
1,5 l di brodo
PROCEDIMENTO:
1. Mescolare il pangrattato con il parmigiano, aggiungere la scorza di limone grattugiata e la noce moscata e poi unire le uova. Impastare bene; se l'impasto risulta troppo morbido aggiungere la farina, deve risultare grumoso e ruvido. Lasciar riposare il panetto a temperatura ambiente per circa mezzora. Trascorso questo tempo, dividere il panetto in due parti e inserirle, una alla volta, all'interno di uno schiacciapatate, schiacciando direttamente nel brodo bollente e tagliando ad una lunghezza di circa 4 cm. Appena i passatelli riaffiorano in superficie sono cotti.
                                                  

I passatelli risultano molto saporiti, nell'impasto infatti non ho aggiunto il sale e ho utilizzato un semplice brodo vegetale con cipolla, sedano, patata e due cucchiai di salsa di pomodoro.

Commenti

Post più popolari